Studio Bisson

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Responsabilità medica

E-mail Stampa PDF
Risarcimento danni da responsabilità medica

Vi è la colpa del medico allorché, in relazione alla sua attività, venga lesa l'integrità psico-fisica di una persona o ne venga cagionata la morte. Il più recente orientamento della giurisprudenza di legittimità e di merito nell'ambito della responsabilità del medico (e degli enti ospedalieri, privati o pubblici) e in quello della individuazione della responsabilità ha stabilito il principio che tale forma di responsabilità rientra nell'ambito di quella contrattuale.

Tale orientamento fa sì che il danneggiato, in virtù del principio della responsabilità contrattuale, non debba provare che il medico abbia agito con dolo o colpa, potendo limitarsi a provare l’esistenza del rapporto contrattuale, l’esistenza del danno subito e il nesso causale tra intervento e danni. Saranno il medico e la struttura sanitaria convenuti, che dovranno provare di aver agito con diligenza e senza colpa ed evitare così il conseguente risarcimento dei danni).

Secondo le ultime stime, in Italia, ogni anno, su circa 8 milioni di ricoveri in ospedali pubblici circa 300mila pazienti, ossia una percentuale pari al 4 %, denunciano danni. Di queste denuncie il 25 % riguarda colpa professionale dei medici e le richieste di risarcimento sono circa 150mila, di cui 12mila pendenti davanti ai giudici.

Fondamentale ai fini di avviare una azione risarcitoria è determinare se sussiste o meno la responsabilità del medico che aveva in cura il paziente. A tale scopo è necessario munirsi di una adeguata perizia medico - legale redatta da un diverso medico, esperto della stessa branca medica che possa certificare la responsabilità del primo medico.

Grazie ad Avvocati esperti in materia del risarcimento del danno, lo Studio Bisson avvalendosi del contenuto della perizia, che dovrà essere fornita dal cliente, si attiverà presso le competenti autorità giudiziarie per consentirvi di ottenere il giusto risarcimento.

In questo particolare e delicato settore, riguardante la salute del cittadino, lo Studio Bisson applica il principio del "pay per result" ovvero: nessun compenso sarà richiesto al cliente in caso di mancato accoglimento della domanda.

Lo Studio verrà retribuito solamente in caso di esito positivo del Giudizio e con un corrispettivo che sarà commisurato all'entità del risarcimento percepito (15% per risarcimenti fino ad €. 25.000,00; 10% per risarcimenti superiori ad €. 25.000,00).

 

Vuoi maggiori informazioni ?
Contattaci via Mail o tramite Telefono.


Casi Studio:
Link esterni: Res Aequa

 

You are here